giovedì 13 dicembre 2018

Libidine (Blue Press): l'arte del pennello [Gustavo Trigo ]

I fumetti porno, si sa, son fatti per vendere. O meglio, ERANO fatti per vendere, dal momento che i pornazzi da barbiere, insomma, i tascabili porno da edicola, nell'italia del XXI secolo non esistono più.
Chi vi lavorava, quindi, doveva produrre velocemente più materiale possibile con dentro un'obbligatoria fetta di vignette pornografiche.
C'era spazio per la narrazione appassionata? Per la poesia? Per la divertita satira di costume?
Il fumetto che vi accingete a leggere potrebbe rispondere a queste domande...
Ci troviamo difatti dinanzi a una storia zeppa di dialoghi surreali (che probabilmente volevano essere solo divertenti) che narra le gesta di un annoiato (diciamo dissociato) sceneggiatore di fumetti sozzi.

Il risultato raggiunto dallo sceneggiatore Eduardo Testa (nome vero o pseudonimo?) non è dei più esaltanti, ma i disegni di Gustavo Trigo (aka Victor Abo) sono così belli e la sua "Valentina" (la diciottenne Tamara, musa dell'autore di fumetti Milton Krap) così leggiadra, che questo fumetto dovevamo proprio proporvelo!


[cliccate le immagini per ingrandirle!]

































Degustatori di fumetti, ecco il link per scaricarvi il fumetto integrale (con vignette hard).

giovedì 6 dicembre 2018

Demon Hunter 9_Cuore di Tenebra

Eccoci arrivati al nono D H !
Se siete capitati qui per caso, è nostro dovere ricordavi che ben otto episodi del Demonhunter aspettano di essere da voi letti; cliccate i titoli sottostanti:
DH1-genesi nera
DH2-spara o muori
DH3-caccia al vampiro
DH4-la confraternita
DH5-la lacrima del drago
DH6-giustizia privata
DH7-scelte
DH8-il lupo

Due parole su "Cuore di tenebra", l'episodio che trovate qua sotto: questo numero è particolarmente amato dal suo scrittore, Gino Udina, in quanto omaggia, tramite la figura dell'antagonista principale, il wrestler The Undertaker, al secolo Mark William Calaway; e molte altre citazioni sono presenti, si vede insomma che Udina si è divertito molto nel scriverlo.

Noi del Blog avevamo però pensato di non pubblicarlo.
Perché?
Be', contiene i disegni peggiori che abbiamo mai visto su un fumetto italiano (stiamo esagerando?), disegni al limite del dilettantesco, capaci di ammazzare qualsiasi sceneggiatura, poi, ciliegina sulla torta, i dialoghi sono pieni di strafalcioni grammaticali e refusi, tanto per dimostrare che alla Xenia Edizioni il correttore di bozze proprio non ce l'avevano!

Lo pubblichiamo comunque, perché Demonhunter è un mito del fumetto italiano, mito che, molto probabilmente, non verrà mai più ristampato...e allora solo il web può rendergli giustizia! E noi tenteremo di pubblicare tutti i numeri usciti di questo straordinario personaggio!

Scrollate verso il basso e buona lettura.